Yum Brands apre la sua prima posizione di Taco Bell in Tailandia

Nell’ultima mossa di Yum Brands per espandere ulteriormente la sua presenza asiatica, la società ha annunciato che aprirà il suo primo punto vendita in Tailandia, a Bangkok.

Adattando il marchio ai gusti locali, il ristorante introdurrà nuovi prodotti con sapori locali, tra cui una salsa extra-piccante per competere con le molteplici catene di fast-service e i ristoranti messicani di fascia alta nel centro della città. Servirà anche i marchi della birra tailandese Singha e Chang, così come la birra delle Filippine, San Miguel Light.

Il partner franchising tailandese di Yum, Thoresen Thai Agencies, è di proprietà della famiglia miliardaria Mahagitsiri, una compagnia di spedizioni che si è aperta nel 2018 nel settore alimentare e delle bevande con Pizza Hut, un altro marchio QSR di proprietà di Yum.

“Taco Bell si rivolge alle giovani generazioni, in particolare ai Millennial”, ha dichiarato Chalermchai Mahagitsiri, CEO di Thoresen Thai Agencies.

L’amministratore delegato di Taco Bell, Asia-Pacifico, Ankush Tuli, ha affermato che “la forte cultura alimentare, lo spirito avventuroso e l’appetito per provare nuove cose” della Thailandia lo rendono un buon mercato per il marchio. Secondo le stime di Euromonitor International, le dimensioni del settore del fast-food in Thailandia saliranno dal 22% a 4,3 miliardi di dollari entro il 2022.

Taco Bell, che ha circa 7000 punti vendita negli Stati Uniti, ha 450 ristoranti al di fuori degli Stati Uniti, quasi 100 nella regione Asia-Pacifico.

Taco Bell ha aperto il suo primo negozio in Cina nel 2016 e l’anno scorso ha firmato un accordo per espandersi in Nuova Zelanda e Australia.

Fonte: www.franchising.com